IL 648

Ti presento la mia casa

 

Il 648 è il mio monolocale.

Chi è il 648?

Un mansardato Rimor Brig 648 del 1992 su motrice Ford Transit 2500 Di, uno degli ultimissimi motori aspirati evoluzione con 80 cv, cambio a 5 marce come quello della versione TD e senza overdrive, ovviamente con trazione posteriore ma non gemellata.

 

Camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

La scelta di un mezzo così datato non è casuale o voluta al risparmio economico. Le motrici Ford di vecchia data sono notoriamente molto affidabili, in particolar modo le versioni aspirate.

Ad esempio perché non hanno elettronica, addirittura la valvola EGR è pneumatica, la meccanica è molto semplice e facilmente riparabile (anche se c’è da sottolineare che i ricambi di un Fiat Ducato della stessa annata sono reperibili con maggior facilità).

Inoltre le cellule di quegli anni (ovvero la “roulotte” appoggiata sulla motrice) erano molto più solide delle versioni successive. Anche l’arredamento interno, molto più spartano e pratico, era più leggero rispetto ad un caravan odierno.

Per contro, il motore del mio 648 è un asinello, infaticabile ma molto lento sui falsopiani e nelle salite. Ma…che fretta c’è?

Un ulteriore benefit è il serbatoio del gas esterno da 40 litri che garantisce un’ elevatissima autonomia rispetto alle bombole, oltre a costare molto meno in fase di rifornimento.

Il 648 è lungo 6,50 metri, omologato 6 posti a sedere e 7 posti letto. Ha un bel bagno con doccia separata e dispone di doppio serbatoio dell’acqua da 100 litri ognuno.

Come già ti ho accennato, dispone di un nuovo serbatoio GPL da 43 litri a doppia camera della ICOM che alimenta i due fuochi del piano cottura, la stufa TRUMA per il riscaldamento della cellula e il boiler dell’acqua calda.

Per farti capire il vantaggio di questa soluzione considera che ho rifornito 35 euro di GPL il 18 Dicembre e, ad oggi, sono ancora con metà serbatoio.

Tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sono stati piuttosto importanti e mirati a ottimizzare l’affidabilità della meccanica e la praticità della cellula.

A livello meccanico, prima su tutto, la sostituzione della distribuzione ed il cambio di tutti i liquidi, dei filtri e dei lubrificanti di cambio e differenziale: quest’ultimo era completamente a secco, con la guarnizione che non garantiva più tenuta.

Nuovi anche i cuscinetti anteriori e i braccetti dello sterzo mentre gli pneumatici erano già stati sostituiti dal precedente proprietario, così come gli elementi d’attrito dell’impianto frenante.

Ho poi dotato la parte elettrica, dedicata ai servizi della cellula, di due nuove batterie Varta AGM da 95 Ah che sono a loro volta ricaricate da un pannello fotovoltaico da 100 Watt montato sul tetto, il tutto per alimentare due inverter: uno per disporre della 220 V nella cellula in 3 multi prese dedicate e l’altro dedicato ad un frigorifero da 100 litri a 220V (che uso raramente).

Batterie Varta AGM 05Ah

L’impianto può essere commutato alla colonnina esterna da 220V dei camping o delle aree sosta, ovviamente In questo caso le batterie vengono scollegate tramite commutatore e a loro volta beneficiano della ricarica grazie ad un trasformatore integrato.

Infine ho convertito tutta l’illuminazione interna con luci a led per garantire una maggiore autonomia e una migliore qualità dell’illuminazione.

Nel tempo ho personalizzato la cellula con nuova carta parati, rivestimenti in sughero e tutto quello che serve a rendere pratico e caratteristico l’allestimento interno.

 

Mansarda camper Ford Rimor 648 2500 1992

 

Bagno Camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

 

Bagno doccia Dinette mansarda camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

 

Cucina Camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

 

Dinette Cucina Camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

Dinette mansarda camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

 

Dinette mansarda camper Rimor 648 Ford Transit 2500 1992

 

Un’altra nota positiva: il mio 648 paga soli 30 euro di tassa automobilistica e meno di 300 euro annuali per l’assicurazione RCA, comprensiva di assistenza stradale estesa.

 

Please follow and like us:

4 Comments

  • Nino Andò

    19 giugno 2017 at 05:36

    Caro Fabri, anzi Carissimo;sono fiero di me dal giorno nel quale ho dato il mio piccolissimo contributo per farti entrare nel mondo della camperistica. Mi riferisco alla mattina in cui mi hai fatto vedere quello che ho definito da subito “Il Camperio”, a mezza strada fra camper e Impero. Rinnovo i miei complimenti per tua la scelta di vita, con un po’ di sana invidia. E già, perché anch’io sogno il Mio CAMPERIO!.Naturalmente non sarei in grado di effettuare personalmente i rifacimenti e le modifiche apportate ai vetusti impianti elettrico, acque, gas……
    Vabbeh!
    Auguroni per i tanti km che percorrerai in camperio coi tuoi bei Ragazzi.
    Come si dice Augurissimi in genovese?
    Con stima ed affetto.
    Nino

    • C/ZERO

      16 luglio 2017 at 12:52

      Bye Nino,

      quello che tu mi chiedi fa parte del mio sogno.
      Una parte di esso già è realtà, sul resto sto basando ogni passo del presente per farlo avverare.
      Penso di poter chiedere alla vita ancora qualche anno di luce e lo voglio usare per poter raccontare qualcosa.

Lascia un commento

SEGUIMI CLICCANDO SULLE ICONE SOCIAL

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.