VACANZELANDIA INTERVISTA CIVICO ZERO

Intervista di Cristiano Gianmaria Fabris per VACANZELANDIA

 

Un grande ringraziamento allo staff di Vacanzelandia per l’ospitalità sul loro interessantissimo portale e grazie all’immenso Cristiano Gianmaria Fabris, detto Bubris, per la splendida intervista.

 

Nuovo appuntamento con la rubrica Fulltimer e oggi vi parlo di Fabrizio che vive a Fiumicino (Roma). Tutto ha inizio da un concetto di base: la tecnologia e il sottoscritto viaggiano su binari paralleli che quindi per definizione, non si incontreranno mai.

Così succede che un pomeriggio della settimana scorsa, il mio PC va in tilt, si spegne senza un preavviso, che so un messaggio su WhatsApp “ciao Bubris, sono il tuo pc e sono stanco. Vado in vacanza per una settimana”. Nulla di tutto ciò, si spegne e io mi trovo sulla spiaggia di Fiumicino sul litorale romano. A quel punto cerco un negozio dove poterlo riparare e incontro e conosco Fabrizio. Gli spiego il problema, ma soprattutto che non avendo una casa fissa, ma un camper e vivendo in modo itinerante non posso fermarmi troppi giorni. Lui a quel punto sorride e mi dice “so cosa vuoi dire, vivo anch’io in camper”. Questione di qualche minuto e iniziamo a parlare di fulltimer e di vita in camper.

Il passaggio successivo fu la sera stessa, di decidere di cenare insieme. Fabrizio mi racconta che per due mesi si prenderà cura di una villa di due suoi amici che sono in vacanza e nel contempo effettua alcuni lavori al camper.
La sua storia inizia proprio quando il suo matrimonio arriva al capolinea due anni fa e capisce che lasciando l’abitazione in uso alla moglie e ai due figli a lui rimane il camper che aveva comprato per le ferie. “All’inizio mi trasferisco nel rimessaggio a Ostia dove lo parcheggiavo, poi una mattina mi sono domandato se aveva senso spendere quei soldi oltre al viaggio con lo scooter per andare al lavoro. Allora decisi che mi sarei avvicinato al negozio, avanzando i soldi del rimessaggio e vivendo a bordo mare”.
Fabrizio, infatti il camper lo parcheggia proprio lungo il canale dove escono i pescherecci a Fiumicino e raggiunge a piedi il suo negozio. Lui è uno che non si è mai abbattuto, né tirato indietro davanti agli ostacoli lavorativi, ha semplicemente capito che qualcosa stava cambiando e si è adeguato. È successo così con il lavoro, prima da dipendente e poi autonomo e ovviamente la stessa filosofia anche con la famiglia.

Già la famiglia, quando gli chiedo dei suoi figli, si illuminano gli occhi: li vedo ogni 15 giorni e il camper diventa un momento tutto nostro per viaggiare o per spostarci anche solo di pochi chilometri. Capisco che è meglio non addentrarmi nel discorso e quindi devio sul camper “quali lavori farai sul camper in questi due mesi?” e lui mi risponde vedrai di persona: sto rivestendo tutto l’interno, rifaccio il bagno e rinfresco la carrozzeria, infondo il mio vecchietto è perfetto per le mie esigenze.

Ci salutiamo con la promessa di rivederci tra due mesi a farci una colazione in riva al mare…

 

Eccovi il link dell’intervista su VACANZELANDIA

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

SEGUIMI CLICCANDO SULLE ICONE SOCIAL

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.